Reato di natura tributaria, valido il raddoppio dei termini

PDF     

Irrilevante la produzione della denuncia penale in giudizio, occorre valutare se potenzialmente i fatti contestati dall’ufficio possono integrare uno degli illeciti fiscali.

In presenza di una notizia criminis di natura fiscale è legittimo il raddoppio dei termini dell’avviso di accertamento ai fini Irpef se il reato tributario è astrattamente configurabile, essendo irrilevante sia il mancato deposito della denuncia che l’eventuale prescrizione del reato.
Questo il sunto dei principi contenuti nell’ordinanza della Corte di cassazione n. 5202 del 6 marzo 2018.

a cura di: FiscoOggi

Facebook

Twitter

Google Plus